Torna a POESIA

 

MILANO E L'IMPOSSIBILE

 

 

       

  Fondazione Stelline

 

Che cosa c'è di invisibile
quando la gente cammina distratta
in tutto il rumore del mondo?
Ma cosa c'è di impossibile quando mi guardi così mentre ti parlo di tutta la vita che voglio?
Sapessi come è strano sentirsi invisibile a milano..
sapessi come è strano a milano...
a milano...
a milano...


ma cosa c'è di impossibile...
di impossibile...
impossibile per te...
dimmi..
che cosa c'è di impossibile..
di impossibile...
di impossibile per te?
l'impossibile non c'è .
L'impossibile non c'è...
Non c'è...

 

Avere il mondo in tasca
e non sentire niente,
desiderare tutto
e non amare niente,
in un mondo che sa tutto,
non sapere fare niente...
Poi...
sapessi come è strano
sentirsi invisibili a Milano...
Sapessi come è strano...
a Milano...a Milano...a Milano...

 

DIEGO MANCINO

 

 

  Museo del Duomo

 

 

  

                  

 

 

 

    

        

       

        

 

 

 

 

 

 

    

Villa Invernizzi

 

 

 

        Musei Castello Sforzesco

Teodora

Michelangelo

Presi in grembo il mio tenero Figlio e lo guardai: era morto. Lo guardai e riguardai: non aveva ne sentimento ne voce.

Vedi, il mio cuore allora morì di nuovo, e avrebbe voluto, per le ferite mortali che ricevette, scoppiare in mille pezzi.

ENRICO SUSONE "Libretto dell'eterna sapienza" (1327-1328 circa)

Barry X Ball

Cosmé Tura

 

 

 

 

        Casa Campanini

 

 

 

 

 

 Wildt

  

 Wildt"quercia delle anime"

     

 

 

 

 

 

 

     

   

 Wildt"la trilogia"

 

 

 

 

        

Palazzo Sola Busca - Wild

 

 

 

 

   Museo Archeologico Milano

 

 

 

   

 GAM

 

 

 

        

Nuvole in pixel

 

 

 

  

 

 

 

Colonne di San Lorenzo

 

 

 

Marco Petrus

  

 

 

 

Museo Poldi Pezzoli

 Mantegna

 Botticelli

 Bartolini

 

 

 

   

 Brera

 

 

  Piazza Duomo

 

 

Gallerie d'Italia

Sartori

Sartori

Previati

Boccioni

   ""

 

 

AL MONUMENTALE

 

 

“...stringi forte chi ti vuole bene
tra le tombe del monumentale,
trovi Dio, trovi Montale, ed un’opaca infinità....”  

 

   

“...vieni all’ombra dei cipressi
dona amore, al pomeriggio
a chi sospende la sua vita
tra le urne amiche del monumentale,
                di realtà e d’irreale, vieni a fartene un’idea.            

      

Baustelle

 

           

       

     

 

 

 

Alla Scala!