Torna alla pagina LUCI E OMBRE

 

 

Ho inseguito un sogno di barbariche invasioni

e cosa conti davvero, adesso, non lo so più.

Un desiderio ubriaco che non sta in piedi

e farnetica in nome della sua instabilità.

In questo contesto che da assuefazione

m’appari come una nave fantasma

con tutto il suo carico di turbamento.

(Mi ha capovolta e tirata giù

il suo profumo era dovunque

era dentro e fuori di me

era eccitazione misto dolore…)

 

 

ALLEGRO, MA NON TANTO (Sibelius op. 47)